languages

MikaiArchives

VCA (vite conica astragalica)
MIKAI ORTHO

28.10.2016 admin
VCA - Dispositivi ortopedici e traumatologici - Correzioni deformità ossee
VCA - Dispositivi ortopedici e traumatologici - Correzioni deformità ossee

   Scarica la brochure (1 MB)

  Guarda il video

INDICAZIONI

La vite conica astragalica (VCA) viene usata per l’artrorisi eso seno-tarsica nella patologia da calcagno valgo infantile (piede piatto).
Le viti coniche sono dotate di un profondo filetto affinché il dispositivo faccia presa sul tessuto osseo spongioso.

Richiedi informazioni

Vantaggi

VCA

Le viti VCA sono disponibili in due diametri, piccola Ø 6,5mm e grande Ø 8mm, sono realizzate in acciaio e titanio.

Innalzamento e lateralizzazione

La conicità della vite risulta un vantaggio biomeccanico che permette oltre all’innalzamento dell’astragalo anche la sua lateralizzazione.

Strutture endo-senotarsiche inalterate

Con la VCA viene effettuata un’artrorisi eso-senotarsica, quindi sono lasciate inalterate tutte quelle strutture all’interno del seno del tarso che sono invece interessate quando si esegue un’artrorisi endo senotarsica.

Facilità di rimozione

Anche in presenza di alisteresi la rimozione è resa semplice dall’apposito cacciavite costituito da una parte interna che si vincola alla vite.

BSS
MIKAI HAND – MIKAI FOOT

28.10.2016 admin
BSS - Dispositivi ortopedici e traumatologici - Correzioni deformità ossee

Per maggiori informazioni:

CLICCA QUI
BSS - Dispositivi ortopedici e traumatologici - Correzioni deformità ossee

   Scarica la brochure (1 MB)

Visualizza i video:

 Percutaneous fixation

Avascular Proximal Pole Nonunion. Screw fixation

INDICAZIONI

La “capacità di compressione” di una vite con filetti a passo differenziato è quella generata sulla rima di frattura o di pseudoartrosi grazie all’avvicinamento dei due frammenti ossei che si verifica durante il processo di avvitamento.

Nella vite BSS ogni giro di cacciavite equivale ad un avanzamento di 0.15 mm. L’affondamento completo dei 4 filetti di testa è quindi pari ad un avanzamento di 0,6 mm sul focolaio di frattura o pseudoartrosi, caratteristica che garantisce un’eccellente stabilità primaria. A discrezione del chirurgo la vite può essere affondata ulteriormente producendo così una compressione maggiore. Avvertenza: una “capacità di compressione” più elevata rischia di creare una deformità angolare nel caso di posizione eccentrica della vite o di provocare un accorciamento dello scafoide in caso di pseudoartrosi.

Richiedi informazioni

Vantaggi

Differenza di passo

Il filetto di punta penetra l’osso più velocemente del filetto di testa. Questo consente di comprimere gradualmente la frattura/pseudoartrosi durante l’avanzamento della vite, all’incirca 0.15mm per ogni giro di cacciavite.

Disegno della sezione dei filetti

Il particolare disegno della sezione dei filetti semplifica sia l’avvitamento che la rimozione della vite. La sezione ridotta dei filetti aumenta la quantità di tessuto osseo contenuto al fine di garantire una maggiore stabilità.

Forma del filetto di testa

La forma tronco-conica del filetto di testa consente di mantenere la compressione interframmentaria raggiunta durante il processo di avvitamento.

Due lunghezze del filetto di punta

Filetto di punta lungo (6mm) o corto (4mm) per adattarsi alle variabili dimensioni del polo prossimale nell’approccio volare.

Disegno specifico degli strumenti

Strumentazione specifica per ricercare il punto di inserimento ottimale e la direzione (più centrale possibile!) del filo guida, per facilitare il courettage e il riempimento del focolaio di pseudoartrosi e per prevenire la rotazione del polo prossimale durante il processo di avvitamento